Stelle



 

[Home]
[Su]

 

 

Stelle

Un poema sul cielo fra antico e moderno
con un saggio storico sulla poesia astronomica

Edizioni Gabriele Vanin, Feltre, 2004
Formato 12 x 17, 64 pagine, € 5,00

 

Riecheggiando i grandi poemi astronomici dell'antichitÓ, come i Fenomeni di Arato e gli Astronomica di Manilio, l'autore compone un poema dedicato al cielo stellato di oltre un migliaio di versi, diviso in quattro grandi cantiche, Primavera, Estate, Autunno e Inverno.

Il metro scelto Ŕ la terzina, in omaggio a Dante, il poeta che ha cantato il cielo e l'astronomia, nella Divina Commedia, nel modo pi¨ alto e sublime.

La novitÓ, rispetto ai poemi del passato, Ŕ naturalmente che, oltre ai cenni di mitologia classica, si fa riferimento anche alle conquiste della moderna astronomia.

Precede il poema un saggio storico dedicato ai principali poeti che nelle loro opere hanno dedicato parti consistenti alla rappresentazione e alla descrizione uranografiche. 

 

Scarica un capitolo a bassa risoluzione

 

Leggi la recensione

 

Per averlo, scrivere qui